Collagene: che cos’è e dove si trova

Collagene: che cos’è e dove si trova

L’importanza del collagene per la salute e la bellezza

Si sente spesso parlare di collagene. Ma non tutti sanno cosa sia effettivamente questa portentosa sostanza, anche perché vige ancora l’erronea credenza che il collagene sia un’entità “esterna” rispetto all’organismo.

Il collagene invece è prodotto naturalmente dal nostro corpo. Anzi, si tratta di una delle proteine più presenti nell’organismo, che svolge un ruolo molto importante per la salute e la bellezza.

Scopriamo insieme le sue funzioni principali e come farne scorta.

IL RUOLO DEL COLLAGENE

Utilizzato come rimedio in caso di ustioni gravi della pelle e impiegato anche in medicina estetica come riempitivo, il collagene è una proteina fondamentale perché fornisce la struttura al nostro tessuto connettivo: in sostanza lo “sorregge”, costituendo così il supporto di ossa, muscoli, tendini e legamenti.

Seppur prodotto naturalmente dall’organismo, però, questa fondamentale proteina si può assumere sia a livello sistemico (integratori), sia a livello topico (per esempio, attraverso creme e sieri che lo contengano in buone quantità).

DOVE SI TROVA

Per fare il pieno di collagene attraverso la dieta, si può puntare sulla carne (brodo di ossa e pelle, per esempio), sull’albume dell’uovo e su alcuni vegetali, tra cui i funghi. Anche la vitamina C ricopre un ruolo cruciale nella produzione di collagene, favorendola e potenziandola.

D’altro canto, vi sono alcuni alimenti che invece ostacolano la sintesi di collagene, come gli zuccheri e i carboidrati raffinati.

Esiste, infine, anche il cosiddetto “collagene marino”, o colla di pesce. Quest’ultima viene usata solitamente come addensante nella preparazione di dolci (budini, cheesecake) e antipasti (gelatine). Una sua versione vegetale è l’agar-agar (polisaccaride naturale ricavato dalle alghe).

 

IL COLLAGENE E LA PELLE

Una buona produzione di collagene mantiene la pelle morbida, liscia e giovane. Infatti, questa proteina è indispensabile per fornire sostegno ai tessuti connettivi e per prevenire, dunque, anche rughe, cedimenti e segni del tempo.

La produzione naturale di collagene, però, non rimane costante con il passare degli anni. Anzi, già a partire dai 25 anni di età si assiste a una diminuzione della produzione della proteina, a cui consegue un progressivo indebolimento e cedimento della struttura dell’epidermide.

È come se le fondamenta piano piano cedessero, causando crepe e avvallamenti. Gli effetti del calo fisiologico di produzione di collagene si manifestano con la formazione di rughe e segni della cute, nonché con contorni meno definiti e tonici.